social networks usati

Social networks utilizzati

La domanda posta ai Colleghi era questa:

Ti chiederemmo ora di indicare quanto importanti sono per il tuo concreto lavoro (fatturato) i Social Network ed i relativi canali. Indica, da 1 a 5 l'influenza che ha ciascun canale sul tuo fatturato
1 = ininfulente | 2 = marginale | 3 = interessante | 4 = importante | 5 = decisivo

Attenzione: anche in questo caso non ci siamo posti la domanda: "quanti colleghi usano questo o quell'altro social", quanto piuttosto: "come vede andare la sua attività, chi ritiene più o meno importante un determinato canale social"?

Entrambe gli elementi che emergono sono molto significativi:
a) Con un trend assolutamente costante e ripetuto, qualsiasi sia il canale utilizzato, alla constatazione che la presenza sul social in questione è importante corrisponde un direttamente proporzionale aumentato livello di soddisfazione. Detto in altri termini: chi ritiene importante essere visibile sui social, ottiene risultati tangibilmente migliori. Un'ulteriore riprova - se mai ce ne fosse bisogno - che (volenti o nolenti)  la presenza sui social rappresenta una delle variabili importanti nella professione attuale.
b) Numericamente parlando, questi canali vengono usati "massivamente" (cioè ritenuti interessanti, importanti o decisivi) da queste proporzioni di colleghi:
Facebook = 50,8%
Instagram = 41,6%
Youtube = 10,7%
Vimeo = 10,3%
... ma, al di là delle proporzioni numeriche - che ci siamo detti essere poco significative - è molto interessante notare che chi ritiene essere "importante" o "decisivo" Youtube e Vimeo (video di qualita') coincide con professionisti con un livello di soddisfazione sensibilmente più alto della media.

L'uso massivo di altri canali social o similari si abbina ad indici di soddisfazione piuttosto bassi.
Ricordando che la media generale dell'indice 2019 è di 7,25, solo chi ha segnalato come importante Pinterest (7,5) si è collocato almeno un poco sopra la media.


Un'ultima considerazione sulla valutazione di importanza dei diversi social, incrociata con il settore dispecializzazione.
Attenzione: solo per questo grafico, i valori numerici non sono riferiti all'indice di soddisfazione (indice di TAU, da 2 a 12), ma alla media del valore numerico attribuito a ciascun social, secondo questa scala:
1 = ininfulente | 2 = marginale | 3 = interessante | 4 = importante | 5 = decisivo
Questo significa che - ad esempio - fra i colleghi che si occupano di book per modelle/i (seconda riga), Facebook viene considerato fra "interessante" (3) ed importante (4), con una media di 3,13; Instagram ha una media di 2,88 (quasi 3, "interessante"); Youtube e Vimeo rispettivamente 1,63 e 1,14 (fra "ininfluente" e "marginale".